Arweb - Realtà aumentata per il marketing
Realtà aumentata e marketing

Realtà aumentata e marketing: come l’AR può rivoluzionare il tuo business

Realtà Aumentata e marketing

L’unione tra realtà aumentata e marketing rappresenta un argomento molto chiacchierato ultimamente: se ne parla molto ma non è chiaro di come effettivamente questa straordinaria tecnologia possa integrarsi con successo nelle campagne di marketing delle aziende.

In effetti, specialmente in Italia, questa tecnologia viene integrata a campagne “creative” in grado di generare dei semplicissimi effetti wow, lasciando quindi in secondo piano il raggiungimento di risultati concreti.

Non che il generare “effetti sorpresa” non sia importante, ma gli imprenditori hanno il bisogno effettivo di capire di come questa tecnologia possa portare risultati tangibili e ROI (Ritorno sull’investimento).

Se hai sempre voluto sapere in che modo realtà aumentata e marketing si uniscono e di come questa tecnologia possa integrarsi con successo all’interno delle campagne di marketing, allora questo articolo fa proprio al caso tuo.

Se torni indietro con i tuoi ricordi nel 2016, tra le vie della tua città, ti sarà sicuramente capitato di osservare gruppi di persone, di varie età, completamente immersi nei loro dispositivi mobili, muovendosi in modo apparentemente casuale.

Questa scena, che potrebbe sembrare insolita, era in realtà un riflesso della mania di Pokémon Go.

Questo gioco, che ha conquistato il cuore di milioni di persone in tutto il mondo, ha ottenuto un successo senza precedenti grazie proprio a questa innovativa tecnologia: la realtà aumentata (AR).

Anche se l’ondata di Pokémon Go può sembrare un fenomeno del passato, la realtà aumentata continua a emergere come una forza dominante nel panorama del marketing, offrendo esperienze immersive e coinvolgenti in grado di elevare le campagne di marketing in un modo unico.

In questo articolo dettagliato, esploreremo:

  • Cos’è e come funziona la realtà aumentata (AR): troverai una descrizione chiara e precisa di cosa sia l’AR e in che modo arricchisce il mondo reale attraverso contenuti virtuali.

  • L’unione tra realtà aumentata e marketing: in che modo l’AR è in grado di elevare le tue campagne di marketing, permettendo al tuo brand di ottenere quindi maggiori risultati.

  • Benefici e spunti di riflessione per l’adozione dell’AR nel Marketing: una panoramica completa sui vantaggi dell’AR nel mondo del marketing e sugli elementi chiave da considerare per una sua efficace implementazione.

  • Casi di successo di campagne di Marketing integrate con la realtà aumentata: esploreremo insieme di come alcune aziende leader di settore hanno utilizzato la realtà aumentata per potenziare le proprie campagne di marketing e gli straordinari risultati ottenuti.

Prosegui la lettura e lasciati ispirare dal potenziale dall’unione tra realtà aumentata e marketing.

Cos’è la realtà aumentata e come funziona?

La realtà aumentata, spesso abbreviata come AR (dall’inglese “Augmented Reality”), rappresenta un avanzato connubio di strumenti hardware e software.

Questa tecnologia, sfruttando le potenzialità dell’intelligenza artificiale, offre una versione amplificata e arricchita della realtà. Ciò avviene attraverso l’integrazione di contenuti digitali, che possono variare da semplici oggetti virtuali a video, stimoli tattili, esperienze olfattive e sonore.

L’esperienza che ne deriva è un mix tra il mondo reale e quello digitale, creando un ambiente simulato ma altamente interattivo e coinvolgente.

Ma da dove proviene questa tecnologia rivoluzionaria? Le origini della realtà aumentata risalgono al secolo scorso e trovano le loro radici in ambiti come quello militare e aeronautico.

L’obiettivo era fornire ai piloti un sistema per visualizzare dati virtuali direttamente nei loro visori, riducendo così le distrazioni.

Tuttavia, è con l’avvento degli smartphone che l’AR ha iniziato a diventare accessibile al grande pubblico.

Nel 2009, ad esempio, venne lanciata Layar, una delle prime applicazioni di AR. Questa app, sfruttando la geolocalizzazione, permetteva agli utenti di ottenere informazioni storiche su un monumento semplicemente inquadrandolo con la fotocamera del proprio dispositivo.

Ma è solo con l’evoluzione dell’hardware moderno che siamo realmente in grado di sfruttare al massimo le capacità dell’AR, trasformando l’invisibile in visibile.

Ma come funziona esattamente la realtà aumentata?

Come funziona la realtà aumentata

Al cuore dell’AR ci sono specifiche applicazioni e dispositivi digitali avanzati. Per visualizzare proiezioni in 2D o 3D, l’utente deve semplicemente inquadrare l’ambiente circostante con il proprio dispositivo.

Il sistema di riconoscimento integrato analizzerà l’immagine e sovrapporrà elementi virtuali, creando un’esperienza che fonde il reale e il virtuale.

Se stai cercando esempi concreti di come l’AR si manifesta nella vita di tutti i giorni, pensa a Snapchat.

Questo popolare social network, nel 2015, ha introdotto i filtri che permettono di aggiungere effetti e animazioni al volto dell’utente.

Questa funzionalità, in seguito, è stata adottata anche da Instagram nelle sue Stories.

E, naturalmente, non possiamo dimenticare il fenomeno globale di Pokémon Go, che ha combinato la geolocalizzazione con l’AR, portando i giocatori in una caccia virtuale nel mondo reale alla ricerca dei Pokémon.

I dispositivi utilizzati per la Realtà Aumentata

La realtà aumentata, come abbiamo già discusso, si manifesta attraverso una varietà di dispositivi, ognuno con le sue peculiarità e funzionalità.

Dagli Smart Glasses ai dispositivi portatili come gli smartphone, ogni dispositivo offre un’esperienza unica, arricchendo la realtà con elementi virtuali. Ecco una panoramica più dettagliata di questi strumenti tecnologici:

Smartphone e Tablet

Probabilmente, la forma più accessibile e diffusa di realtà aumentata è quella implementata sugli smartphone e tablet.

Questi dispositivi, grazie a specifiche app AR oppure attraverso la tecnologia WebAR (ovvero la realtà aumentata Web che attraversa il browser), utilizzano la fotocamera per sovrapporre elementi virtuali alla realtà circostante.

Questa tecnologia ha trovato applicazione in una miriade di settori, dal business al marketing, dall’educazione all’intrattenimento.

Che si tratti di visualizzare informazioni su un monumento storico, di giocare a un gioco AR o di visualizzare un bigliettino da visita virtuale, gli smartphone e i tablet hanno reso la realtà aumentata accessibile a tutti.

In particolare, si prevede che il numero di dispositivi mobili con utenti attivi che supporteranno esperienze di realtà aumentata sarà circa 1,73 Miliardi entro il 2024.

Smart Glasses

Il concetto di “occhiali intelligenti” ha avuto il suo debutto con i Google Glass Explorer Edition nel 2013, realizzati appunto da Google.

Questi occhiali, pur mantenendo un design tradizionale, sono dotati di display avanzati e una fotocamera ad alta risoluzione.

La magia della realtà aumentata permette agli utenti di visualizzare contenuti digitali direttamente sulle lenti, offrendo informazioni aggiuntive su ciò che vedono.

Molte sono le aziende che stanno progettando e creando occhiali per la realtà aumentata, un esempio è Nimo Planet, che attraverso i propri occhiali permette la proiezione di contenuti virtuali che sono in grado di sostituire i classici monitor dei computer.

Questa tecnologia ha trovato applicazione in vari settori, dal medico al turistico, dall’intrattenimento al gaming, e persino nell’industria e nella produzione, e gli sviluppi saranno sicuramente in più settori da qui ai prossimi anni.

Head-up Display (HUD)

Originariamente sviluppati per le esigenze militari, gli HUD proiettavano informazioni cruciali direttamente sullo schermo trasparente di fronte al pilota.

Questo design intuitivo permetteva di ridurre le distrazioni e migliorare la concentrazione. Ora, gli HUD non sono più esclusivi delle missioni militari.

Vengono utilizzati in aerei commerciali, automobili di ultima generazione e in molte altre applicazioni. Nel settore automobilistico, ad esempio, gli HUD moderni proiettano informazioni direttamente sul parabrezza, offrendo al conducente dati utili per una guida sicura.

La differenza tra Realtà Aumentata e Realtà Virtuale

È fondamentale chiarire una distinzione che spesso viene trascurata o mal interpretata: quella tra realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR).

Sebbene entrambe le tecnologie abbiano a che fare con la creazione e l’interazione in ambienti digitali, le loro applicazioni e finalità sono profondamente diverse.

La Realtà Aumentata (AR), come suggerisce il nome, “aumenta” o arricchisce la nostra realtà esistente aggiungendo elementi digitali.

Immagina di guardare una strada attraverso la fotocamera del tuo smartphone e di vedere informazioni aggiuntive, come recensioni di un ristorante o indicazioni stradali, sovrapposte alla vista reale. L’AR non ti estranea dal mondo reale, ma piuttosto lo integra con informazioni o contenuti virtuali.

D’altro canto, la Realtà Virtuale (VR) ci immerge in un ambiente completamente digitale, separandoci dalla realtà fisica. Quando indossi un visore VR, il mondo reale scompare e ti trovi in un ambiente completamente nuovo, creato digitalmente, dove ogni elemento, dall’ambiente ai personaggi, è artificiale. È un’immersione totale in un mondo parallelo.

Mentre entrambe le tecnologie alterano la nostra percezione della realtà, differiscono notevolmente nel grado di immersione e interazione offerto.

La VR offre un’esperienza totalmente immersiva in un ambiente digitale, mentre l’AR migliora e arricchisce la nostra percezione del mondo reale.

Un altro aspetto distintivo è l’accessibilità. La realtà virtuale, per offrire un’esperienza completa, richiede l’uso di attrezzature specializzate come visori e e talvolta guanti sensoriali.

Questi strumenti, sebbene offrano un’esperienza profonda, possono essere costosi e meno pratici per un uso quotidiano.

Al contrario, l’AR, come abbiamo evidenziato, può essere facilmente accessibile attraverso dispositivi comuni come smartphone e tablet. Questa facilità d’uso e l’abbattimento delle barriere economiche rendono l’AR una scelta attraente per molte applicazioni, in particolare è interessante l’unione tra realtà aumentata e Marketing che vedremo tra poco.

Realtà Aumentata e Marketing

In un mondo in cui i mercati sono sempre più plasmati dalle esigenze e dai desideri dei consumatori, le aziende stanno evolvendo il loro approccio al marketing, puntando sempre di più su strategie esperienziali.

In un contesto caratterizzato da una crescente saturazione e competizione, le imprese si trovano costantemente alla ricerca di strategie per migliorare il loro posizionamento, aumentare il fatturato e costruire relazioni durature con i clienti.

La realtà aumentata (AR) si è affermata come una delle principali frontiere del marketing, offrendo nuove opportunità di coinvolgimento dei consumatori.

Il consumatore moderno ha oggi la possibilità di “sperimentare” i prodotti in modo unico e coinvolgente.

Ad esempio, può visualizzare come un mobile si inserirebbe nel suo soggiorno prima di acquistarlo o provare un orologio direttamente da un e-commerce, il tutto senza scaricare nessuna App.

L’AR ha dimostrato di essere un’arma potente per migliorare l’engagement e personalizzare l’esperienza del cliente, rendendo questa combinazione vincente per le aziende del futuro.

L’utilizzo della realtà aumentata consente ai marketers di creare strategie di marketing in grado di catturare l’attenzione dei potenziali clienti in modo più efficace rispetto ai metodi tradizionali. Questo perché l’AR consente di creare contenuti che i consumatori possono sperimentare attivamente e direttamente.

Di seguito trovi la nostra soluzione Immersive Product: come puoi notare i contenuti immersivi 3D / AR sono molto più memorabili, e catturano molto di più l’attenzione, rispetto ai contenuti 2D tradizionali.

Analytics Integration

In effetti, il marketing sta evolvendo da una strategia incentrata sul prodotto a una basata sull’esperienza che i consumatori vivono con il prodotto stesso. Concentrandosi sulle emozioni e sulle sensazioni positive legate all’esperienza, si favorisce la creazione di un legame di fiducia duraturo tra consumatore e brand.

Immagina di ricevere suggerimenti o informazioni aggiuntive su un prodotto semplicemente inquadrando la sua immagine con la fotocamera del tuo dispositivo, di ottenere indicazioni utili per muoverti nell’ambiente circostante e di interagire con i prodotti in modo virtuale prima di effettuare un acquisto.

Realtà aumentata e marketing: come l'AR può rivoluzionare il tuo business – Arweb.it

I vantaggi dell’unione tra Realtà Aumentata e Marketing

Ora che abbiamo esplorato il potenziale innovativo della realtà aumentata (AR) nel marketing, vediamo come questa tecnologia può essere integrata nelle strategie di marketing e quali vantaggi offre alle aziende.

In primo luogo, è importante notare che il marketing basato sull’AR può essere implementato in diversi contesti e canali, apportando un’esperienza coinvolgente in vari settori:

  • Siti Web: Grazie ai browser e al WebAR le aziende possono integrare esperienze AR direttamente sui loro siti web. Ad esempio, i clienti possono visualizzare prodotti in 3D / AR prima dell’acquisto o ottenere informazioni dettagliate interagendo con elementi virtuali. Non solo effetti wow: i contenuti immersivi intrattengono di più gli utenti nelle pagine, portando benefici enormi per posizionare i siti web più facilmente nelle prime posizioni dei motori di ricerca. (Scopri il nostro servizio Immersive Website)

  • Applicazioni mobile: Le applicazioni mobili offrono un terreno fertile per l’AR marketing. Le aziende possono sviluppare app AR per permettere ai clienti di sperimentare prodotti o servizi in modo virtuale, rendendo l’esperienza d’acquisto più coinvolgente.

  • Banner advertising: Le campagne di display advertising possono sfruttare l’AR per catturare l’attenzione del pubblico. Ad esempio, i banner AR possono consentire agli utenti di interagire con un prodotto o un’offerta speciale direttamente dal banner.

  • ChatBot: La chatbot possono integrare funzionalità AR per offrire esperienze personalizzate e coinvolgenti ai clienti. Ad esempio, una chatbot AR potrebbe aiutare gli utenti a provare virtualmente prodotti di abbigliamento.

  • Social Network: I social media offrono piattaforme ideali per l’AR marketing. Le aziende possono creare filtri AR interattivi, effetti speciali e giochi che coinvolgono il pubblico e promuovono i loro prodotti o servizi.

  • Pubblicità su mezzi di trasporto pubblico o cartellonistica: Le automobili e le fermate dell’autobus possono diventare spazi pubblicitari interattivi grazie all’AR. Ad esempio, le persone in attesa del bus possono interagire con contenuti AR sui pannelli pubblicitari digitali.

  • Materiale stampato: che siano cataloghi, brochure o bigliettini da visita, l’AR può aggiungere contenuti virtuali a qualsiasi materiale stampato, aumentandone di conseguenza l’efficacia.

  • Email marketing: E’ possibile inviare email che invece di indirizzare a classiche landing page, possono indirizzare verso esperienze immersive di realtà aumentata, che sono in grado di creare maggiori tassi di conversione.

  • Vendita one to one: Le classiche trattative di vendita fatte da agenti o gli stessi imprenditori possono essere potenziate attraverso l’utilizzo dell’AR. Prova ad immaginare un’azienda che vende arredamento per i parrucchieri e ha una rete di venditori che ogni giorno visita i saloni dei parrucchieri per vendere oggetti di arredo: attraverso la realtà aumentata i venditori possono permettere ai propri clienti di vedere in tempo reale come si posizionano gli oggetti di arredo nel proprio salone, con anche la possibilità di fare una foto e mandarla ad altre persone in tempo reale che non sono presenti nella trattativa.

Come abbiamo visto la realtà aumentata, specialmente quella Web, si può integrare in qualsiasi canale di marketing online e offline potenziando di gran lunga i risultati che un’azienda può ottenere. Ora entriamo più nel dettaglio dei vantaggi che si possono ottenere integrando la Realtà Aumentata nel marketing.

I canali della realtà aumentata
Il WebAR si può integrare in qualunque canale di marketing online e offline

Miglioramento dell’esperienza utente

L’accettazione sempre crescente della Realtà Aumentata (AR) da parte della maggioranza degli utenti indica che il pubblico è pronto a integrare questa innovativa tecnologia nellesperienza di acquisto.

Ci sono molte ragioni per cui gli utenti preferiscono l’acquisto attraverso l’AR.

Innanzitutto, interagendo con modelli digitali dei prodotti desiderati, gli utenti sviluppano un senso di connessione e appartenenza.

Questo coinvolgimento emotivo li rende più propensi all’acquisto e alla fedeltà al brand. Inoltre, le esperienze AR, immergendo completamente i consumatori nell’interazione con il prodotto, generano un’opinione positiva del marchio.

L’AR offre un vantaggio notevole nel percorso del cliente. Essendo una modalità di esplorazione più breve e diretta, consente ai consumatori di esaminare attentamente tutte le caratteristiche e i dettagli del prodotto. In questo modo, gli utenti possono risolvere dubbi e incertezze sull’acquisto in modo completo e soddisfacente.

Visualizzazione in anteprima di una poltrona nel proprio ambiente

Aumentare la fiducia nell’acquisto

In un mondo saturo di stimoli e opzioni, attirare l’attenzione dei consumatori è una sfida sempre più complessa. L’utilizzo della Realtà Aumentata può generare un effetto sorpresa, suscitando la curiosità degli utenti al punto da desiderare di approfondire il suo funzionamento.

Per un brand che decide di adottare questa tecnologia, questo significa avere maggiori possibilità di rendere virale la propria campagna, contribuendo notevolmente alla consapevolezza del brand e alla sua reputazione.

L’AR marketing si rivela un alleato prezioso nella costruzione di una presenza mentale stabile nella mente dei potenziali clienti. La capacità di essere riconosciuti e distinti dai concorrenti è fondamentale per potenziare la fedeltà dei clienti e aumentare la fiducia nell’acquisto.

Tra le strategie di AR marketing che contribuiscono al potenziamento della customer loyalty, ne spiccano due:

Unlock the brand: Il consumatore, mediante la scansione di un oggetto selezionato, come una foto stampata, una confezione o un catalogo, sblocca contenuti nascosti che compaiono in realtà aumentata sul proprio dispositivo mobile. Questo approccio offre una nuova e coinvolgente esperienza d’acquisto, consentendo al brand di avvicinarsi al cliente, comunicare i propri valori e creare un’esperienza che rifletta la sua visione.

Try before you buy (prova prima di acquistare): Questa strategia è ampiamente adottata dalle piattaforme di e-commerce. Consente ai clienti di prendere in mano e sperimentare più prodotti senza effettuare un acquisto immediato. Ad esempio, se vuoi comprare un paio di occhiali online, il brand che ti permetterà di provarli virtualmente sicuramente ti permetterà di avere una maggior fiducia verso l’acquisto.

Aumento dell’interazione dei propri clienti

Se l’obiettivo principale è aumentare il coinvolgimento dei clienti, l’unione tra realtà aumentata (AR) e marketing potrebbe rivelarsi la strada giusta da percorrere. Ci sono molte ragioni che supportano questa affermazione:

Innanzitutto, l’AR marketing offre agli utenti un’esperienza diretta e coinvolgente con un marchio specifico.

La possibilità di coinvolgere gli utenti e far loro vivere qualcosa di nuovo e coinvolgente attraverso l’AR rappresenta un modo completamente nuovo di avvicinarsi e conoscere un brand. Questo coinvolgimento più profondo e autentico conduce a una maggiore fedeltà dei clienti.

Inoltre, l’AR offre infinite possibilità di personalizzazione e variazione nelle campagne di marketing. Grazie all’uso di dispositivi indossabili e altre soluzioni hi-tech, l’AR consente agli utenti di vivere esperienze di prodotto esclusive e coinvolgenti, perfettamente adattate alle loro preferenze.

L’AR può anche migliorare significativamente l’esperienza d’acquisto del consumatore. A differenza dei tradizionali metodi di advertising che si limitano a fornire informazioni sul prodotto, l’AR consente ai consumatori di ottenere una visione realistica e completa del prodotto.

Gli utenti possono esplorare tutte le sfumature e le angolazioni del prodotto, anche in assenza di un prototipo fisico, consentendo loro di prendere decisioni d’acquisto più informate.

Incremento delle vendite

Un impatto significativo dell’uso dell’AR nelle strategie di marketing è l’aumento delle vendite. Gli utenti che interagiscono con prodotti o servizi tramite l’AR tendono ad essere notevolmente più propensi all’acquisto. Questo fenomeno è sostenuto da diversi fattori.

Innanzitutto, l’AR offre agli utenti la possibilità di esplorare i prodotti in modo più dettagliato e realistico rispetto alle immagini statiche o alle descrizioni.

Inoltre, l’AR è in grado di generare emozione ed attenzione in un modo completamente differenze rispetto alle altre forme media.

Come vediamo infatti nell’immagine seguente, la risposta cerebrale dei contenuti AR rispetto ai contenuti non-AR è nettamente più elevata, e più un utente è immerso ed emozionato, più è spinto nel fare un’azione specifica.

Realtà aumentata e marketing
Le esperienze in realtà aumentata hanno una risposta cerebrale nettamente più alta rispetto ad altre forme di comunicazione e storytelling

Riduzione dei resi

Una delle sfide più significative per i rivenditori online è la gestione dei resi, che può essere costosa e avere un impatto negativo sulle operazioni aziendali.

L’AR marketing offre una soluzione efficace per affrontare questo problema, poiché consente agli utenti di sperimentare virtualmente i prodotti prima dell’acquisto.

Questo livello di coinvolgimento fornisce agli acquirenti una comprensione molto più accurata dei prodotti, riducendo la possibilità di errori nelle loro scelte.

Il risultato è una significativa riduzione dei resi. Gli utenti che hanno avuto l’opportunità di esplorare un prodotto in modo così dettagliato e realistico sono più propensi a fare acquisti che rispecchino le loro reali esigenze e preferenze.

Ciò comporta un minor numero di resi dovuti a prodotti che non corrispondono alle aspettative.

Test di nuovi prodotti

La Realtà Aumentata offre alle aziende una potente opportunità di testare nuovi prodotti o servizi in modo efficiente ed efficace.

Questa modalità di sperimentazione consente di raccogliere dati preziosi e feedback dagli utenti prima del lancio ufficiale, comportando una serie di vantaggi significativi.

Una delle principali ragioni per cui le aziende optano per il test di nuovi prodotti tramite l’AR è la possibilità di ottenere feedback tempestivi e accurati dagli utenti.

Le esperienze AR coinvolgono direttamente gli utenti, consentendo loro di interagire con il prodotto o il servizio in un ambiente simulato. Questo coinvolgimento attivo offre alle aziende una visione chiara delle reazioni degli utenti, delle loro preferenze e delle eventuali sfide che potrebbero sorgere durante l’utilizzo.

Inoltre, il testing tramite AR può aiutare a ottimizzare il processo di sviluppo. Rilevando eventuali problemi o lacune nell’esperienza dell’utente in una fase precoce, le aziende possono apportare correzioni e miglioramenti in modo più efficiente ed economico rispetto a fasi avanzate di sviluppo.

La raccolta di dati durante il testing AR fornisce anche una base solida per le decisioni aziendali.

Le aziende possono basare le loro scelte sul feedback concreto degli utenti, migliorando così la probabilità di successo del prodotto o del servizio al momento del lancio ufficiale.

Differenziazione rispetto alla concorrenza

La realtà aumentata consente alle aziende di acquisire un vantaggio competitivo significativo, differenziandosi in modo tangibile dalla concorrenza. Questa differenziazione è il risultato di vari fattori chiave.

Innanzitutto, l’adozione dell’AR dimostra un impegno per l’innovazione. Le aziende che abbracciano questa tecnologia mostrano di essere orientate al futuro e desiderose di abbracciare nuove soluzioni per soddisfare le esigenze dei clienti. Questo può influenzare positivamente la percezione del brand da parte dei consumatori, rendendolo più attraente e all’avanguardia.

In secondo luogo, l’AR offre la possibilità di creare esperienze uniche per i clienti. Queste esperienze possono spaziare dalla visualizzazione di prodotti in 3D nell’ambiente del cliente fino ad ologrammi interattivi o esperienze immersive legate al brand. Tale unicità cattura l’attenzione dei clienti, lasciando un’impressione duratura e positiva.

Un terzo elemento importante è la capacità dell’AR di personalizzare le esperienze. Le aziende possono adattare le esperienze AR alle esigenze specifiche dei loro clienti, offrendo contenuti altamente rilevanti.

Questa personalizzazione aumenta l’engagement e la soddisfazione del cliente, contribuendo ulteriormente a distinguere il brand dalla concorrenza.

Come unire con successo Realtà Aumentata e Marketing

Non tutti i brand possono adottare con successo una strategia di AR marketing. È essenziale comprendere che, come qualsiasi altro strumento di marketing, la realtà aumentata deve essere integrata seguendo regole e strategie ben definite.

Aggiungi valore ai clienti: La realtà aumentata e il marketing sono un’accoppiata vincente, ma è fondamentale che il consumatore percepisca un reale valore nel prodotto o servizio promosso. Per ottenere risultati positivi, rendi ciò che vuoi vendere unico e coinvolgente, fornendo informazioni esclusive che ti differenziano dalla concorrenza. La chiave è offrire un’esperienza che aggiunga valore alla vita dei tuoi clienti.

Considera la geolocalizzazione dell’utente: Un aspetto critico per una strategia di AR marketing efficace è comprendere la geolocalizzazione del tuo pubblico di riferimento. Analizza dove si trova la tua audience e identifica i suoi bisogni e desideri. Questo ti consentirà di progettare e implementare iniziative di realtà aumentata che risuonino con il tuo target di riferimento e li coinvolgano in modo significativo.

Favorisci l’interazione degli utenti: L’AR marketing raggiunge il massimo potenziale quando gli utenti interagiscono con oggetti, prodotti o servizi. La possibilità di sperimentare, testare e soddisfare le proprie aspettative attraverso l’interazione è fondamentale. Incentiva gli utenti a partecipare attivamente alle esperienze AR, creando così un coinvolgimento più profondo e duraturo.

Implementa l’AR in una strategia strutturata: La realtà aumentata deve essere al centro di una strategia ben strutturata e precisa. Utilizzare l’AR senza una pianificazione adeguata è poco efficace e può non portare ai risultati desiderati. L’AR gioca un ruolo cruciale nella comunicazione tra il brand e i consumatori. Pertanto, pianifica attentamente cosa desideri comunicare e come farlo in modo efficace sfruttando la potenza della realtà aumentata.

I casi più di successo di realtà aumentata e marketing

Negli ultimi anni, molte aziende hanno fatto una scelta audace investendo nella realtà aumentata (AR) per rivoluzionare le loro strategie di marketing e migliorare l’esperienza d’acquisto del proprio target. Questa tecnologia innovativa ha permesso alle aziende di creare esperienze uniche e coinvolgenti per i consumatori, ridefinendo il modo in cui interagiscono con i prodotti e i servizi offerti.

Realtà Aumentata e Marketing – Il caso studio Ikea

IKEA ha affrontato con audacia la problematica delle restituzioni attraverso l’introduzione dell’app IKEA Place.

Questa innovativa applicazione offre ai potenziali clienti la possibilità di interagire direttamente con i prodotti presenti nel catalogo di IKEA.

Ciò che rende questa app straordinaria è la sua capacità di visualizzare modelli in 3D dei mobili, consentendo agli utenti di valutare se un mobile o un divano si adatta perfettamente al proprio ambiente domestico.

L’esperienza inizia con la scansione della stanza tramite la fotocamera del dispositivo, consentendo all’app di comprendere le dimensioni e lo spazio disponibile.

Una volta identificato il mobile desiderato, questo appare in versione 3D all’interno dell’ambiente inquadrato, consentendo agli utenti di valutarne le dimensioni con un’incredibile precisione del 98%.

Possono anche esaminare gli abbinamenti con altri arredi presenti nella stanza. Gli oggetti visualizzati sono accompagnati da dettagliate descrizioni, organizzati per categorie e possono essere ruotati a 360 gradi per una visione completa.

Un aspetto particolarmente utile è la presenza di un link diretto al prodotto nella parte superiore dello schermo, che reindirizza gli utenti al sito web di IKEA per completare l’acquisto.

Questo approccio innovativo non solo riduce il rischio di restituzioni, ma offre anche un’esperienza d’acquisto altamente interattiva e informativa.

Realtà Aumentata e Marketing – Il caso studio Nike

Nike ha abbracciato la realtà aumentata (AR) per offrire ai clienti un’entusiasmante esperienza di vendita in negozio nell’ambito della sua iniziativa PLAY NEW.

Questa esperienza AR era disponibile in alcuni negozi Nike e aveva lo scopo di offrire una nuova prospettiva sull’coinvolgimento sportivo integrando elementi di gioco nell’esperienza d’acquisto.

Per accedere a questa avventura coinvolgente, i clienti dovevano individuare e scannerizzare degli speciali adesivi AR posizionati strategicamente nel negozio.

Una volta effettuata la scansione, i clienti sbloccavano uno dei cinque mini-giochi AR, che includevano attività come un gioco dei fiori, calcio, mini-golf, calcio e basket.

Realtà Aumentata e Marketing
L’esperienza WebAR lanciata da Nike direttamente nei negozi

Completando ciascun gioco, l’utente riceveva una medaglia che veniva aggiunta alla loro collezione. Una volta raccolte tutte e cinque le medaglie, i clienti ricevevano un “regalo con esperienza” speciale, che includeva un pacchetto di adesivi Nike.

Una delle caratteristiche chiave di questa esperienza WebAR era l’uso della tecnologia di Image Target, eliminando la necessità per gli utenti di scaricare un’app separata.

Questo approccio user-friendly incoraggiava i clienti a esplorare il negozio mentre si divertivano con un modo nuovo e coinvolgente di interagire con contenuti legati allo sport.

L’innovativo utilizzo dell’AR da parte di Nike mostrava come i brand potessero sfruttare la tecnologia per migliorare l’esperienza di acquisto in negozio e creare un coinvolgimento duraturo con i propri clienti.

Realtà Aumentata e Marketing – Il caso studio Saatchi Art

Realtà Aumentata e arte

Saatchi Art, la rinomata galleria d’arte online, ha recentemente introdotto una rivoluzionaria funzionalità chiamata “View in a Room”, basata sulla Realtà Aumentata via web.

Questa innovativa caratteristica consente ai clienti di esplorare oltre un milione di opere d’arte direttamente all’interno delle loro abitazioni prima di effettuare l’acquisto online, risolvendo così una delle principali esitazioni degli acquirenti d’arte.

Secondo un sondaggio condotto da Saatchi Art, ben il 70% degli appassionati d’arte esita ad acquistare opere perché non può visualizzare in anticipo come si integreranno nel contesto desiderato.

Attraverso la funzionalità “View in a Room”, gli amanti dell’arte possono selezionare opere direttamente dal sito di SaatchiArt.com e, utilizzando semplicemente il proprio smartphone o tablet, posizionarle virtualmente sulle pareti delle proprie case.

La bellezza di questa soluzione sta nel fatto che non è necessario scaricare alcuna app specifica, grazie alla tecnologia WebAR.

Questo progetto pionieristico è stato attentamente progettato per garantire un’esperienza fluida su tutto il sito.

Ogni opera d’arte viene ridimensionata dinamicamente in base ai suoi metadati e integrata nella Realtà Aumentata all’interno di un telaio 3D che rispecchia le dimensioni reali dell’opera fisica.

Inoltre, la funzionalità include un indicatore di prossimità, che avverte l’utente quando si avvicina eccessivamente alla parete virtuale.

I risultati di questa innovativa funzionalità sono stati sorprendenti, con Saatchi Art che ha registrato un aumento medio della spesa da parte dei clienti del 17%.

Conclusioni

La realtà aumentata, sebbene relativamente nuova e accessibile tramite smartphone, sta già rivoluzionando il mondo del marketing e la tradizionale relazione tra brand e cliente.

Sta dando vita a un marketing interattivo e orientato alle preferenze del consumatore, ponendo sempre più l’utente al centro dell’esperienza.

Abbracciare il marketing basato sulla realtà aumentata significa ampliare notevolmente la base di clienti, consolidare il legame con quelli esistenti, aumentare il coinvolgimento degli utenti e accrescere la visibilità del marchio.

Questa trasformazione coinvolge sia il settore B2C che quello B2B e si traduce in un aumento delle vendite e dei ricavi aziendali complessivi.

Come Arweb, abbiamo realizzato anche noi numerosi casi di successo, che mostrano di come questa straordinaria tecnologia ha portato grandissimi risultati ai nostri clienti.

Se desideri scoprire come integrare efficacemente la realtà aumentata nelle tue campagne di marketing, siamo qui per aiutarti.

Offriamo una consulenza completamente gratuita per esplorare le opportunità offerte dalla realtà aumentata e come potrebbe essere applicata alla tua strategia di marketing.

Non perdere l’opportunità di migliorare l’engagement dei clienti, accrescere la tua base di clienti e distinguerti dalla concorrenza!

Se anche te vuoi iniziare ad abbracciare questa nuova tecnologia e iniziare ad ottenere risultati straordinari in termini di marketing, contattaci per una consulenza gratuita.

Se invece ti appassiona il mondo della realtà aumentata e vuoi seguire mensilmente news, contenuti e curiosità sulle tecnologie immersive, puoi iscriverti alla nostra newsletter dedicata per ricevere mensilmente contenuti esclusivi.

Potrebbe anche interessarti

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo sui social!

Hai un progetto in mente da realizzare?

Contattaci e faremo una prima consulenza completamente gratuita

amministrazione@arweb.it

+39 02 21117926

FAQs - Domande frequenti

La realtà aumentata (AR) può trasformare le tue campagne di marketing rendendole più interattive e coinvolgenti. Questa tecnologia consente ai tuoi clienti di interagire con i tuoi prodotti / servizi in un modo nuovo e immersivo. E’ dimostrato da diverse nostre campagne che la Realtà Aumentata e i contenuti 3D portano a maggiori conversioni nelle vendite (fino a un + 94%), maggiore memorabilità (fino a un +70%) e maggior fidelizzazione.

Se vuoi approfondire in che modo l’AR può esserti utile, puoi dare un occhio alla nostra guida completamente gratuita che delinea a 360 gradi tutte le opportunità di Realtà Aumentata e Marketing.

Fonti: Snap – Augmentality Shift Global Report 2023

Pensa a qualsiasi canale di marketing e comunicazione: ecco, le nostre esperienze immersive possono essere integrate praticamente ovunque.

Sia in esperienze fisiche tramite codici QR e chip NFC

Sia in esperienze online attraverso semplicissimi link.

Possiamo integrare con successo la nostra tecnologia all’interno di;

 

…se abbiamo dimenticato qualche canale, non ti preoccupare, integriamo la nostra tecnologia AR anche li ;)

La Realtà Aumentata Web (WebAR) ha diversi vantaggi rispetto alle app native:

    • Accessibilità: Non richiede il download di un’app, rendendo l’esperienza immediatamente disponibile attraverso un browser web.
  •  
    • Compatibilità: Funziona su diversi dispositivi e sistemi operativi, garantendo un’ampia copertura del pubblico, con oltre 5 miliardi di dispositivi compatibili in tutto il mondo.
  •  
    • Aggiornamenti: È più facile e rapido aggiornare contenuti e funzionalità rispetto a un’app nativa.
  •  
    • Costi: Riduce i costi di sviluppo e manutenzione, poiché non è necessario sviluppare versioni per diverse piattaforme.

Non solo, essendo esperti nello sviluppo di esperienze immersive, possiamo creare esperienze anche di Realtà Virtuale (VR), Realtà Mista (MR), Realtà Estesa (XR), e Spatial Computing.

Tra i nostri servizi sono inclusi anche i Virtual Tour 360, i Video 360, i configuratori di prodotto 3D, modellazione 3D e animazione 3D.

Tutte queste esperienze, ovviamente, non hanno bisogno di applicazioni dedicate da scaricare e attraversano il Web Browser.

La nostra specializzazione è per esperienze immersive basate sul web, ma sviuppiamo esperienze anche per le seguenti piattaforme:

Snapchat, TikTok, Meta, ARCore, ARkit, VisionOS, Unreal Engine, Unity, Fortnite, Roblox.

Certamente! Utilizziamo i file che avete già prodotto e li adattiamo alle esperienze. 

Ovviamente, più materiale avete e meno sarà il costo dell’esperienza!

Assolutamente si, la nostra tecnologia può raggiungere milioni di utenti (anche contemporaneamente) senza alcuna problematica.

Assolutamente no. La nostra tecnologia riconosce la grafica e l’immagine ovunque venga stampata, quindi possiamo integrarla tranquillamente nei materiali promozionali che avete già stampato.

Abbiamo creato oltre 100 progetti immersivi in Italia e Europa. In questa pagina trovi solo alcuni casi di successo, gli altri per ragioni di Privacy non possiamo pubblicarli, ma saremo lieti di mostrarteli attraverso la nostra consulenza gratuita.

La nostre nostre tecnologie immersive sono adattate per qualsiasi tipologia di device in commercio.

Questo significa, che la stessa esperienza immersiva che viene vista attraverso un link da smartphone, può essere visualizzata attraverso Desktop, e i nuovi dispositivi indossabili (come ad esempio i nuovi Meta Quest e Apple Vision Pro).

Il vantaggio più grande che puoi avere grazie alle nostre tecnologie, è avere il costo di una singola esperienza su molti dispositivi diversi! 

  1. Consulenza: comprendiamo insieme a te i tuoi obiettivi ed esigenze;
  2. Definizione del progetto: analizziamo insieme le varie proposte dal nostro team creativo e definiamo il progetto adatto a te, che sia finalizzato al raggiungimento di obiettivi e KPI specifici.
  3. Sviluppo: una volta definito il progetto, recuperiamo, creiamo e animiamo i contenuti 3D che saranno oggetto dell’esperienza;
  4. Testing: Testiamo l’esperienza su tutti i dispositivi e browser per garantire la qualità
  5. Lancio della campagna: integriamo l’esperienza all’interno della campagna di marketing.
  6. Analisi dati e ottimizzazione: analizziamo e ottimizziamo attentamente l’esperienza per raggiungere obiettivi i KPI specifici.

Offriamo un supporto completo post-lancio, che include:

  • Manutenzione: Aggiornamenti regolari per garantire il funzionamento continuo e senza problemi.
  • Assistenza tecnica: Supporto per risolvere eventuali problemi tecnici che possono emergere.
  • Analisi e ottimizzazione: Monitoraggio delle prestazioni e suggerimenti per migliorare l’esperienza AR.
  • Formazione: Sessioni di formazione per il team del cliente su come utilizzare e gestire l’esperienza AR.

Il tempo di sviluppo varia a seconda della complessità del progetto. Un progetto semplice può richiedere poche settimane, mentre uno più complesso può richiedere diversi mesi. Durante la prima consulenza, forniamo una stima dettagliata basata sui requisiti specifici del cliente.

I costi dipendono da vari fattori, tra cui la complessità del progetto, le funzionalità richieste e il tempo di sviluppo. Realizziamo preventivi personalizzati dopo una valutazione dettagliata delle esigenze del cliente. 

Sfatiamo in ogni caso il mito che per realizzare esperienze di Realtà Aumentata servano grandi budget. I progetti più semplici possono partire da € 1000 – € 2000, i più complessi si aggirano intorno a diverse migliaia di euro.

Abbiamo clienti di diverse industrie, settori e grandezze. Generalmente lavoriamo a stretto contatto con i team marketing di grandi brand.

Collaboriamo molto anche con agenzie di marketing ed eventi per fornire le nostre soluzioni ad integrazione dei loro servizi.

Lavoriamo anche insieme a PMI che vogliono ottenere più risultati dalle proprie campagne di marketing (più leads, più vendite, ecc), e forniamo le nostre soluzioni che integrano esperienze immersive.

Nel caso tu stia cercando un fornitore che non solo gestisca degli aspetti della tua comunicazione chiavi in mano, ma la faccia emergere in modo innovativo rispetto alla concorrenza, possiamo aiutarti. Ecco i nostri servizi con ideazione, progettazione e gestione chiavi in mano:

Abbiamo uffici a Monza (MB), e lavoriamo regolarmente a livello nazionale con aziende in tutta Italia ed extra Italia. Siamo una squadra flessibile e in rapido movimento. Non importa dove si trova la tua azienda, possiamo lanciare ovunque le tue campagne di marketing immersive.