Arweb - Realtà aumentata per il marketing
realtà virtuale
Picture of Kevin Molinari
Kevin Molinari

Realtà Virtuale VR: cos’è, come funziona e quali sono le opportunità?

Realtà Virtuale

La Realtà Virtuale, tradotta dall’inglese “Virtual Reality” e abbreviata con l’acronimo VR, è una tecnologia immersiva che trasporta gli utenti in un ambienti virtuali, che per la maggior parte dei casi vengono visualizzati attraverso dispositivi indossabili: i visori VR.

Questa tecnologia offre esperienze immersive uniche, che sostituiscono la percezione visiva del mondo fisico circostante con un ambiente virtuale. L’impiego della realtà virtuale sta rivoluzionando diversi settori, offrendo agli utenti la possibilità di interagire con ambienti simulati in modi mai visti prima.

Dai giochi esplorativi alle simulazioni educative, le applicazioni della realtà virtuale sono infinite. Immagina di poterti immergere nelle profondità dell’oceano, esplorare lo spazio o persino rivivere eventi storici attraverso questa tecnologia innovativa.

Nonostante venga molto utilizzata per la maggior parte in ambito gaming, la realtà virtuale trova sempre più spazio anche nel mondo aziendale, dove viene utilizzata per migliorare la formazione dei dipendenti, creare prototipi virtuali e simulare scenari complessi di lavoro.

Con il costante progresso tecnologico, ci si aspetta che la realtà virtuale diventi sempre più parte integrante della nostra vita quotidiana. In questo articolo, esploreremo nel dettaglio il mondo della Realtà Virtuale, indicandone la definizione e i campi di applicazione.

Che cos’è la Realtà Virtuale VR?

La Realtà Virtuale (VR) è una tecnologia immersiva che coinvolge i nostri sensi per farci sentire come se fossimo in un ambiente diverso da quello reale. Questa tecnologia crea un ambiente virtuale tridimensionale in cui gli utenti possono interagire utilizzando dispositivi appositi.

Essa si differenzia rispetto alla Realtà Aumentata (AR), che invece aggiunge contenuti virtuali nel mondo reale senza andarlo a cambiare o alterare.

Per creare un’esperienza immersiva, la Virtual Reality sfrutta la percezione umana, compresi la vista, l’udito e, attraverso appositi guanti, il tatto. Il visore, indossato sugli occhi, mostra un ambiente virtuale tridimensionale che segue i movimenti della testa dell’utente, dando l’impressione di trovarsi all’interno di quel mondo simulato.

I sensori all’interno del visore rilevano i movimenti della testa e li traducono in movimenti all’interno dell’ambiente virtuale. I visori più recenti sono ormai dotati anche di sensori per il rilevamento dei movimenti delle mani, consentendo agli utenti di interagire con gli oggetti virtuali senza l’utilizzo dei controller.

Rivoluzionaria è la tecnologia del primo Visore di Apple, che permette di navigare all’interno del visore con il semplice utilizzo degli occhi.

Per rendere l’esperienza ancora più realistica, la VR può includere anche l’audio immersivo, o spatial audio. Gli altoparlanti o le cuffie riproducono il suono in modo direzionale, creando un senso di spazialità e di presenza all’interno dell’ambiente virtuale.

Come funziona la Realtà Virtuale VR?

La realtà virtuale VR funziona creando un ambiente simulato tramite dispositivi tecnologici indossabili. Questi dispositivi possono essere suddivisi principalmente in due categorie: quelli che richiedono un collegamento a un computer e quelli portatili.

I dispositivi VR che necessitano di un collegamento a un PC sono generalmente costituiti da un visore VR, sensori di tracciamento e controller. Il visore, spesso dotato di schermi ad alta risoluzione, viene indossato dall’utente per visualizzare l’ambiente virtuale.

I sensori di tracciamento monitorano i movimenti del visore e dei controller, consentendo all’utente di interagire con l’ambiente virtuale. Questi dispositivi sono comunemente utilizzati per esperienze di alta qualità, come giochi e esperienze di formazione.

D’altra parte, i dispositivi VR portatili sono spesso costituiti da visori tutto-in-uno che incorporano display, sensori di tracciamento e processori direttamente nel dispositivo.

Questi visori, che sono i più recenti, sono più leggeri e compatti, consentendo agli utenti di muoversi liberamente senza essere vincolati da cavi o da un computer.

In entrambi i casi, l’esperienza VR si basa sulla capacità dei dispositivi di seguire i movimenti dell’utente e di fornire feedback sensoriale, come immagini e suoni, per creare un’illusione di presenza in un ambiente virtuale.

Storia ed evoluzione della Realtà Virtuale VR

La storia della realtà virtuale risale agli anni ’60, quando i primi esperimenti e prototipi rudimentali vennero sviluppati. Tuttavia, è negli ultimi decenni che la tecnologia della realtà virtuale ha fatto progressi significativi.

Negli anni ’90, sono stati sviluppati i primi visori commerciali per la realtà virtuale, anche se erano ancora costosi e poco diffusi. È stato solo negli ultimi anni che la Virtual Reality è diventata più accessibile grazie ai miglioramenti tecnologici e alla riduzione dei costi.

Oggi, siamo in una fase in cui la realtà virtuale è diventata una realtà commerciale con una vasta gamma di dispositivi disponibili sul mercato. Dai visori per smartphone ai visori standalone, la Virtual Reality è diventata più accessibile e può essere sperimentata da un numero sempre maggiore di persone.

Questo grazie ai numerosi investimenti da parte di colossi tech come Meta, Apple e Microsoft, che hanno lanciato già da qualche anno diversi dispositivi performanti sul mercato.

I dispositivi per la Virtual Reality

Google Cardboard: questa tecnologia, introdotta nel 2014 e ormai superata, è compatibile sia con Android che iOS e consente agli utenti di vivere esperienze di realtà virtuale inserendo uno smartphone in un visore economico (leggi il nostro articolo approfondito qui);

Gear VR: tecnologia di Samsung introdotta nel 2017, anch’essa attualmente non più supportata, progettata per l’utilizzo con dispositivi Samsung GALAXY (leggi il nostro articolo approfondito qui);

Oculus Go: il visore entry-level di Oculus con hardware integrato, rilasciato nel 2017 e ora fuori produzione (leggi il nostro articolo approfondito qui);

Oculus Quest: il primo visore standalone competitivo di Oculus, lanciato nel 2019 e ora non più disponibile, sostituito da Quest 2 (leggi il nostro articolo approfondito qui).

Oculus Quest 2: introdotto alla fine del 2020. Questo dispositivo è in realtà una soluzione ibrida, poiché può essere utilizzato sia in modalità portatile che collegato al PC tramite un cavo chiamato Oculus Link;

HTC Focus 3: rilasciato poco dopo il fratello per PC di HTC nel 2021. Tuttavia, questo dispositivo non è destinato al mercato consumer ed è disponibile solo per le aziende;

HTC Vive Flow: anche questo rilasciato alla fine del 2021. Si tratta di una soluzione unica in quanto, pur essendo portatile, richiede l’alimentazione tramite cavo in quanto non è dotato di batterie;

Meta Quest Pro: lanciato nel 2022. Si tratta di una soluzione standalone che può essere collegata al PC per migliorare le prestazioni e introduce la realtà mista. A causa del suo prezzo e delle alte prestazioni, è orientato principalmente alle aziende piuttosto che ai consumatori privati.

Poi, troviamo i nuovi dispositivi di Realtà Mista, che uniscono Realtà Virtuale e Realtà Aumentata, che stanno ottenendo maggior consenso da parte dei consumatori perchè permettono loro di scegliere il livello di immersione virtuale:

Realtà aumentata e realtà virtuale
Visore per la Realtà Mista e Spatial Computing Apple Vision Pro (Credits: Apple)

Meta Quest 3 Realtà Virtuale Realtà mista
Visore per la Realtà Mista Meta Quest 3 (Credits: Meta)
Meta Quest Pro realtà virtuale realtà mista
Visore per la realtà mista Meta Quest Pro (Credits: Meta)

Microsoft Hololens Realtà virtuale Realtà mista
Visore per la Realtà Mista Microsoft Hololens (Credits Microsoft)

Applicazione della Realtà Virtuale VR in diversi settori

La Virtual Reality ha un’enorme portata di applicazione in vari settori, offrendo vantaggi e possibilità uniche. Alcuni dei settori che stanno sfruttando al meglio questa tecnologia includono:

Giochi di Realtà Virtuale VR: il futuro del gaming

I giochi VR rappresentano il futuro del gaming, offrendo un’esperienza di gioco completamente immersiva e coinvolgente. Grazie alla tecnologia della Virtual Reality, i giocatori possono entrare in mondi virtuali dettagliati e interagire con essi come se fossero realmente presenti.

La realtà virtuale apre nuovi orizzonti nel campo dei giochi, consentendo esperienze di gioco mai viste prima. I giocatori possono vivere avventure emozionanti in ambienti fantastici, partecipare a competizioni sportive simulando i movimenti fisici e persino esplorare mondi virtuali creati dagli stessi utenti.

realtà virtuale gaming
Esempio di utilizzo della Virtual Reality VR per il gaming

Inoltre, la VR offre la possibilità di giocare con altre persone in modalità multiplayer, creando una dimensione sociale all’interno di un ambiente virtuale. Questa interazione sociale migliora ulteriormente l’esperienza di gioco, permettendo ai giocatori di connettersi e competere con altre persone da tutto il mondo.

Con la costante evoluzione della tecnologia della Virtual Reality, il futuro dei giochi sembra promettente. Gli sviluppatori stanno continuamente creando nuove esperienze di gioco che sfruttano appieno il potenziale della realtà virtuale, portando l’esperienza di gioco a un livello completamente nuovo.

La Realtà Virtuale VR nell’educazione e formazione

La VR ha un enorme potenziale nel campo dell’educazione e della formazione. Grazie a questa tecnologia, gli studenti possono immergersi in ambienti virtuali che riproducono situazioni reali e complesse, consentendo loro di acquisire conoscenze e competenze in modo pratico e coinvolgente.

Ad esempio, gli studenti di medicina possono utilizzare la realtà virtuale per praticare procedure chirurgiche in un ambiente sicuro e controllato. Questo permette loro di acquisire esperienza pratica senza il rischio associato all’operare su pazienti reali.

Inoltre, la VR può essere utilizzata per simulare scenari di emergenza o situazioni di lavoro complesse. I lavoratori possono essere addestrati in modo efficace e realistico, migliorando la loro capacità di reagire in situazioni critiche.

realtà virtuale

La VR può anche essere utilizzata per rendere l’apprendimento più coinvolgente ed emozionante. Gli studenti possono esplorare mondi virtuali che li portano in luoghi lontani o in epoche storiche diverse, rendendo l’esperienza educativa più vivida e memorabile.

La Realtà Virtuale VR nella sanità e nella terapia

La VR ha anche un impatto significativo nel campo della sanità e della terapia. Questa tecnologia può essere utilizzata per trattare disturbi e condizioni come la fobia, il disturbo da stress post-traumatico e la depressione.

Attraverso l’uso della VR, i pazienti possono essere esposti in modo controllato e graduale a situazioni che stimolano le loro paure o ansie, consentendo loro di affrontarle in un ambiente sicuro. Questo tipo di terapia è chiamato “esposizione virtuale” e può essere estremamente efficace nel trattamento di disturbi specifici.

realtà virtuale sanità
Esempio di utilizzo della Virtual Reality VR per la riabilitazione dei pazienti.

Inoltre, la VR può essere utilizzata per la riabilitazione fisica. I pazienti possono utilizzare dispositivi di realtà virtuale per eseguire esercizi e movimenti che contribuiscono al recupero di funzioni motorie compromesse. Questo tipo di terapia può rendere la riabilitazione più interessante e coinvolgente per i pazienti, migliorando la loro motivazione e accelerando il processo di recupero.

La VR può anche essere utilizzata per migliorare la qualità della vita dei pazienti anziani o in ospedale. Attraverso l’uso di visori di realtà virtuale, i pazienti possono essere trasportati in luoghi rilassanti e piacevoli, riducendo lo stress e migliorando il loro benessere emotivo.

Conclusioni

La VR sta rivoluzionando l’esperienza umana in molti settori, dalla gaming all’educazione, dalla sanità alla formazione aziendale. Questa tecnologia offre possibilità infinite, permettendo agli utenti di immergersi in ambienti virtuali e di interagire con essi in modo completamente nuovo.

I giochi di VR offrono esperienze di gioco coinvolgenti e emozionanti, portando il gaming a un livello superiore. L’educazione e la formazione possono trarre vantaggio dalla realtà virtuale, offrendo esperienze di apprendimento più pratiche e coinvolgenti. Nel campo della sanità, la realtà virtuale può essere utilizzata per il trattamento di disturbi e per la riabilitazione fisica.

Nonostante gli enormi progressi già compiuti, la realtà virtuale è ancora in fase di sviluppo e continua a offrire nuove opportunità. Con il tempo, questa tecnologia diventerà sempre più presente nella nostra vita quotidiana, migliorando l’esperienza umana in molti settori.

Noi di Arweb, siamo un team di professionisti con più di 5 anni di esperienza nel settore delle tecnologie immersive, e con moltissimi progetti di Virtual Reality realizzati con diversi clienti. Se vuoi realizzare un progetto che implichi l’utilizzo di questa nuova tecnologia, richiedi una consulenza gratuita.

Se invece ti appassiona il mondo della realtà aumentata, realtà virtuale, spatial computing e vuoi seguire mensilmente news, contenuti e curiosità sulle tecnologie immersive, puoi iscriverti alla nostra newsletter dedicata per ricevere mensilmente contenuti esclusivi.

Potrebbe anche interessarti

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo sui social!

Hai un progetto in mente da realizzare?

Contattaci e faremo una prima consulenza completamente gratuita

amministrazione@arweb.it

+39 02 21117926